BIOGRAFIA

Luca Dall’Olio, nato a Chiari (BS) nel 1958,  frequenta il Liceo Artistico a Brescia e si diploma nel 1980 all’ Accademia di Belle Arti di Milano. Nel 1986 viene pubblicata la prima monografia dedicata al suo lavoro e intitolata “Luca Dall’Olio, un giovane principe nell’impero dei segni”. Nel 1990, in occasione della mostra a Palazzo dei Diamanti a Ferrara, è pubblicata la monografia “Sedimentazioni Sentimentali”. Luca Dall’Olio ha realizzato per la stazione della metropolitana “Villa Bonelli” di Roma un importante mosaico di 20 mq.  Dal 1996 l’artista è presente su alcune navi di lusso della Minoan Lines e della flotta Royal Caribbean Cruise di Miami con opere di grandi dimensioni. I frequenti viaggi intorno al mondo rappresentano per Luca Dall’Olio una continua fonte di ispirazione e osservazione. Partecipa alla XII Esposizione Nazionale Quadriennale di Roma. Espone al Museo Pithecusae di Ischia, al Museo di Santa Giulia a Brescia, alle mostre: “Da Picasso a Botero” al Museo d’arte moderna e contemporanea di Arezzo ed al Palazzo Albertini di  Forlì, all’ Archivio di Stato a Roma. Partecipa alla 54° Biennale di Venezia, Padiglione Italia. Luca Dall’Olio è un pittore che ha saputo conservare intatto l’incantamento dell’infanzia. Ovviamente maturo, sia dal punto anagrafico che professionale, nella sua interiorità non ha mai respinto il piacere di viaggiare nel paese delle meraviglie. Questo artista costruisce narrazioni visive che si propongono alla complicità di chi fortunatamente non ha voglia di crescere, dipingendo ad olio, e utilizzando per il decoro pittorico foglie d’oro, d’argento e di piombo. Già i titoli che egli applica a queste pagine gioiose vengono incontro a chi guarda come sottolineature persino ironiche, e comunque come proposizioni ambigue rispetto alla domanda che ci si pone sull’effettiva rispondenza di queste immagini con il suo mondo onirico, che sospettiamo sia ben più profondo e oscuro di quanto l’apparenza non dica. Sia in pittura, che in scultura, l’iconografia di Dall’Olio sembra provenire da una cultura orientale, dove il segno connota fortemente e contiene i tasselli figurali, mentre il colore si distribuisce in toni e controtoni creando forme nette e antinaturalistiche, e componendo personaggi e paesaggi volutamente privi di profondità prospettiche, quasi a sottolineare la natura squisitamente letteraria.

Luca dall’Olio espone alla galleria Zanini Arte nel 2014 con la mostra personale “Tu sei lei”.